Didattica: Scuola Infanzia

TEMA DELLA SCUOLA DELL’INFANZIA

Progetto educativo didattico a.s. 2018/2019

“A SPASSO NEL TEMPO”

 

Abbiamo deciso di affrontare un progetto legato al tema del tempo per le molteplici valenze che questo argomento assume nella vita di ogni persona a partire dai primi anni di vita.

Sul piano didattico occorre dar vita ad una serie di esperienze che guidano il bambino a percepire/scoprire/conoscere il tempo su dimensioni e piani diversi :

La dimensione del loro vissuto, della loro storia personale, poiché le connessioni con e fra le esperienze reali di vita aiuta la comprensione ”dell’essere e del fare” in rapporto ai tempi propri e degli altri. 

 

 

 

La dimensione logica e consequenziale di eventi e storie, per collocare le esperienze nel tempo, ordinarle e sistemarle; aiutare i bambini a rappresentare la realtà con coerenza e l’uso di parole che collegano le azioni al tempo e a dare una sistemazione logica ai fatti (eventi, storie, fiabe, racconti).

 

La dimensione psicologica, legata alle dinamiche affettive che conducono a percepire il passato come memoria (di esperienze, sensazioni, percezioni, contatti molteplici con gli oggetti e la realtà) e il futuro come attesa, aspettativa, anticipazione.

 

La dimensione misurabile con strumenti( clessidre, orologi, calendari…) facilmente leggibili e la successiva rappresentazione con segni convenzionali, concordati da tutti.

 

 

 

 

 

Il progetto nasce dal desiderio di far percepire e conoscere ai bambini fenomeni e aspetti del mondo circostante in riferimento al tempo che passa inteso come susseguirsi di momenti, periodi ed eventi.

La dimensione temporale è una conquista complessa, poiché il tempo implica una pluralità di concetti e quindi i bambini verranno a contatto con diversi aspetti:

1)La successione ciclica degli eventi

2)L’alternanza del giorno e della notte

3)Il susseguirsi dei secondi , delle ore, dei minuti

4)I giorni della settimana

5)I mesi dell’anno

6)Il ciclo stagionale

7)Il tempo atmosferico

8)L’esistenza del passato,presente e un futuro (io com’ero, io come sono e io come sarò)

    

 

 

Ogni mattina la giornata comincerà con conversazioni e attività riguardanti la vita quotidiana (filastrocca della settimana, registrazione dei fenomeni atmosferici, calendario) che ripetute quotidianamente permetteranno ai bambini di acquisire il concetto del tempo che passa.

 

 

Il calendario sarà progettato insieme ai bambini per registrare la vita di sezione e sarà aggiornato con la segnalazione di eventi e vicende:il passare dei giorni, dei mesi, delle stagioni, le condizioni meteorologiche, gli anniversari, i compleanni , gli avvenimenti speciali, le feste…

 

All’interno di questo percorso saranno presenti racconti, poesie e filastrocche che fungeranno da sfondo per affrontare tutti i vari aspetti del “tempo”. Tutte le mattine verrà recitata la filastrocca sui giorni della settimana.

FILASTROCCA DELLA SETTIMANA

GIRA E GIRA E TORNO A SCUOLA E’ ARRIVATO IL LUNEDI’

MENTRE GIOCO IL TEMPO VOLA GIUNGE PURE IL MARTEDI’

NEL MEZZO DELLA SETTIMANA VIVE IL MERCOLEDI’

CHE IN FILA INDIANA MI PORTA AL GIOVEDI’

L’ULTIMO GIORNO DI SCUOLA E’ IL VENERDI’

IL SABATO FACCIO LA OLA, E’ IL GIORNO PIU’ DIVERTENTE E OGNUNO FA QUEL CHE SI SENTE

VIEN DOMENICA FINALMENTE, GIORNO DI FESTA IL PIU BEL DI’

 

Molto importante sarà l’organizzazione sequenziale della loro vita a scuola e a casa: l’ingresso, i tempi delle attività comuni, quelli individuali, il pranzo, il tempo del riposo, le azioni che si ripetono quotidianamente, le esperienze eccezionali ( gite, feste, …); le azioni a casa ( svegliarsi, alzarsi, vestirsi, fare colazione…) possono essere scandite in sequenze, rappresentate con il disegno e simboli decisi insieme, verbalizzati con le parole.

 

 

Rilevante è anche cogliere i tempi della natura con l’osservazione, rilevazione, documentazione delle modificazioni dell’ambiente (cicli stagionali…) ,delle piante, dell’abbigliamento, delle abitudini, dei fenomeni atmosferici.

 

 

Altro aspetto importante da cogliere è l’esistenza del tempo passato attraverso il recupero delle esperienze e dei documenti degli anni precedenti ( fotografie, cartelloni, materiali realizzati in occasioni di gite, feste, esperienze particolari).

 

La misurazione del tempo è un altro aspetto di particolare rilevanza che possiamo fare con facilità se sappiamo utilizzare o costruire orologi, clessidre, … E’ bene partire dalle esperienze dei bambini e misurare il tempo delle loro attività, dei loro giochi; utilizzando forme di misurazione alla loro portata, per esempio con la costruzione di clessidre..in seguito sarà possibile far vedere ai bimbi com’e’ fatto un orologio, man mano che impareranno  a leggere i numeri riusciranno a comprendere il passare del tempo scandito dalle lancette.

 

Gli obiettivi principali saranno:

 

  • Scoprire il trascorrere del tempo
  • Mettere in relazione temporale azioni ed eventi
  • Cogliere sequenze convenzionali: ieri, oggi, domani
  • Individuare il prima e il dopo di un’azione
  • Riconoscere le caratteristiche del giorno e della notte
  • Individuare la scansione della giornata
  • Cogliere la scansione settimanale, la successione dei mesi, la ciclicità delle stagioni
  • Utilizzare calendari

Clicca QUI se vuoi scaricare il programma della scuola dell’infanzia del marameo (anno scolastico 2017/2018

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *